giovedì 24 luglio 2014

Le belle e le bestie

La serata di ieri e stata una conferma.
I romanzi rosa servono per sognare, perchè contengono una quantità esponenziale di elementi perfetti quali non si trovano nella vita reale.
Vado a illustrare l'esempio pratico.
Situazione: uscita serale tra amiche.
Evento: compleanno di una delle amiche.
Location: locale alla moda gettonato dai peronaggi "à la page" della città.
Il gruppo di ragazze è paragonabile alla scuderia Ferrari: eleganti, alla moda, look studiati, atteggiamento positivo di chi addenta la serata con grinta.
In un romanzo rosa, questa situazione avrebbe portato una serie di eventi a catena del tipo: cocktail offerto al tavolo da qualche ammiratore e/o PR del locale per onorarle della loro presenza; tavolo riservato nell'angolo più esclusivo del locale, studiatamente a portata di bar/buffet; squadra olimpionica di pallanuoto come vicini di tavolo; sciame di ammiratori che le saluta con complimenti discreti, e ciascuna di loro avrebbe finito la serata flirtando con LUI, the one, Azzurro.
Sì, in un romanzo rosa, ognuna delle ragazze avrebbe incontrato -casualmente- colui che rispecchia i propri gusti in bellezza, carattere, atteggiamento, stile di vita e ovviamente, detto soggetto, era lì che aspettava solo di essere colto.
MA.
C'è un ma. Trattandosi di vita vera, vita vissuta, nessuno degli eventi sopra citati si è verificato.
Questo è quanto avvenuto: nessun cocktail generosamente offerto; i piatti ordinati dalle ragazze erano esauriti, quindi si sono dovute accontentare di ciò che non era stato ordinato agli altri tavoli; nessun ammiratore prodigo di complimenti, in compenso il locale era affollato di over-quaranta neodivorziate in caccia grossa; mandrilli dell'ultimora accompagnati da escort -forse minorenni - brasiliane come vicini di tavolo.
Morale: le ragazze hanno passato la serata assembrate al tavolo per difendersi dagli ubriachi molesti, ingollando quantità impossibili di alcool (nel tentativo di perdere conoscenza); nessuna ha flirtato con il suo "the one". Ostaggio della serata una cocorita di legno.
Tra amiche ci si diverte sempre, ma fidatevi, nei romanzi rosa è sempre meglio!

Nessun commento:

Posta un commento