giovedì 17 luglio 2014

Romanzi rosa anti-femminismo

Diciamocelo chiaro e tondo: i romanzi rosa sono antifemministi.
Voi direte: perchè? La protagonista è una donna, il tema centrale è la sua vita, come fa un romanzo rosa ad essere anti-femminista?!
Semplice! Perchè nel romanzo rosa si suppone che la protagonista vivrà felice perchè trova l'Amore.
Non vivrà felice perchè diventa Presidente degli Stati Uniti.
Non vivrà felice perchè ha vinto alla lotteria.
Non vivrà felice perchè ha scoperto la cura per il cancro e vinto il Nobel per la medicina.
No, la protagoniscta dei romanzi rosa (che non è escluso che possa fare tutto quanto citato prima) troverà la felicità grazie all'amora, ergo, un uomo.
Per questo i romanzi rosa sono antifemministi, perchè associano la realizzazione della protagonista ad un uomo.
Sì, sì, le sento le proteste e i borbottii..."Cosa stai dicendo?", "Non è vero!", "I romanzi rosa celebrano la donna", e io non vi do torto, voglio solo puntualizzare.
Ora, non rinnego nessuno degli obbiettivi che ho raggiunto nella mia vita, ne il fatto che "donna è meglio", ma, riflettiamoci un attimo.
Questa cosa del femminismo ci ha  veramente giovato?
Tutto quel baccano per bruciare i reggiseni in piazza a cosa ci ha portato?
Alla parità dei sessi, dicono.
Se parità dei sessi vuol dire:
- uomo che entrando in ufficio prima di te, ti sbatte la porta in faccia (non dico che tu debba farmi entrare per prima, ma quantomento, se vedi che sono dietro di te, tienimela aperta).
-uomo che ti taglia il passo per arrivare prima di te all'ultimo posto libero in treno;
-uomo che alla prima uscita a cena ti propone di dividere il conto a metà (che è molto meglio di quelli che dividono ciò che hai mangiato tu da ciò che hanno mangiato loro);
-uomini che ti parlano davanti a bocca piena;
-uomini che sbadigliano/starnutiscono/tossiscono senza coprirsi la bocca con la mano, come se coprirti con i loro germi fosse una benedizione;
-uomini che vedono un bellissimo vestito in un negozo, dicono "saresti bellissima con quello", te lo fanno provare, poi alla cassa non hanno la minima intenzione di comprartelo, per cui, per non far brutta figura con la commessa, te lo paghi da sola.
- uomini che ti chiedono un passaggio in macchina nemmeno fossi un taxi.
- uomini che ti danno un passaggio in macchina e ti chiedono i soldi della benzina.
Sul serio, questa cosa del femminismo ci ha davvero giovato?
Non si stava meglio prima?
I romanzi rosa saranno anti-femministi, ed è per questo, forse che ci piacciono tanto.
Perchè per un pò possiamo far finta di essere una damigella indifesa, delicata e gentile da coprire di attenzioni e di cortesie.
Perchè nei romanzi rosa c'è un uomo dal tempismo perfetto, contegno ineccepibile, eleganza naturale, charme e savoir-faire, che NOI DONNE, nella realtà, anno del signore 2014, con questa storia della parità dei sessi, abbiamo fatto tornare allo stadio Neaderthal! E poi ci lamentiamo!
E alora, ben vengano i romanzi rosa!

Sapete cosa vi dico?!  Che domani uscirò di casa, alzerò il dito medio a quello strondo che non mi ha dato la precedenza all'incrocio, imprecherò contro quello che mi ha urtato facendomi cadere la borsa senza aiutarmi a raccoglierne il contenuto, ma almeno nei romanzi rosa so che la cavalleria ha ancora qualche speranza.
La cavalleria non è morta, ma non sta troppo bene.

Nessun commento:

Posta un commento